Stornelletto ar governo novo

Simo novi, simo snelli, simo ggiovani e più belli
di quell’artri llì , che stavano a tirasse li capelli.

Simo novi, come ieri ! Dame, nani e cavalieri !
Oggi qui tutti riuniti, se spartimo i ministeri.

Ve spruzzamo un po’ de werfar,
glie cambiamo er nome a’e tasse,
ce togliamo pure i sordi (e  dico i vostri) , da le tasche !

Che volete che ve dica ? A chi voleva un po’ de fica…
C’è da fare penitenza, ce lo impone Sua Eminenza!

Ma pperò simo più ggiusti, simo equi e solidali:
quanno entramo a casa vostra, se sfilamo li stivali.

E ndo stanno  l’allupati, ? Lascia stá, se ne so’ annati…
simo fiji de na lupa , noi, ma simo batezzati.

Date ascolto, date retta, sto governo qui v’alLetta…
simo rossi, simo neri, e c’è sta pure ‘na moretta!

 


Subscribe to comments Both comments and pings are currently closed. |
Post Tags:

Comments are closed.